Arriva come una tempesta di sabbia nel deserto, copre tutto con la sua forza dirompente, non lascia spazio ad altro, nessuno ne è immune, cambia tutte le regole; ti concentri solo su di essa perché tutto gravita nella sua orbita: la campagna con il testimonial!

Solitamente inizia con un sussurro, frasi a metà di chi sa e volti perplessi di chi ignora; pian piano si inizia a capire, ad intuire, fino all’ufficialità “interna”.

Poi parte la fase 2 “L’effetto servizi segreti”: nessuno deve parlarne, nessuno deve sapere! Bisogna fingere, nascondere, tutto molto confidenziale, rivolgendosi a terzi in modo vago, ricevendo sguardi perplessi.

Mi servirebbe questo e… quello, sì possibilmente che abbia questa precisa forma, …No, non devo mangiarlo, no non devo tagliarlo… Ma per cosa le serve ??? Mmmm … Questo periodo dura più o meno fino alla fase 3 “il contatto”: il testimonial viene calato tra noi comuni mortali; non lo si può disturbare, non si deve stancare, meglio se non gli parli….

Finché, una volta superata la barriera che gli hanno costruito attorno, scopri che è una persona come te, un professionista che sta facendo il suo lavoro, che puoi parlargli e talvolta pure scherzare……. fino alla prossima campagna, con un nuovo testimonial