PROFUMO D’ACACIA

Campagna, classica corsetta dietro casa, ma oggi qualcosa nell’aria è cambiato, un profumo dolce e piacevole si diffonde un po’ ovunque, lo riconosco immediatamente: fiori d’acacia.

Tempo un paio di giorni e alcuni di questi “grappolini” profumati  si trovano in una bacinella con l’acqua nel mio lavello.

Pregusto già il momento dell’assaggio, ammetto che non amo friggere, ma in certe occasioni faccio un eccezione

FIORI D’ACACIA FRITTI

Ingredienti
Fiori d’acacia
1 uovo
2 cucchiai di farina
latte
cubetti di ghiaccio
sale.
Olio di semi d’arachide per friggere

Lavate i fiori d’acacia, e scolateli bene sopra un canovaccio o carta assorbente.

Mescolate l’uovo con la farina e il sale, diluite con il sale fino ad ottenere una pastella abbastanza fluida.

Fate scaldare l’olio (io utilizzo l’olio di semi d’arachide perché ha una buona resistenza al calore e condiziona poco di sapore) a 180°

Aggiungete una manciata di cubetti di ghiaccio alla pastella, non serva che si sciolgano devono solo raffreddare bene il composto; avvolgete con la pastella i “grappoli” di fiori e immergeteli nell’olio caldo; la pastella freddissima a contatto con l’olio caldo crea una crosticina sottile e croccante, quando saranno dorati scolateli sopra a carta assorbente; cospargeteli con poco zucchero a velo e consumateli subito.